La sicurezza antincendio degli impianti di rilevazione incendi e fumi dipende, dal progetto e dalla installazione, ma soprattutto dalla loro efficienza. Per questo l’attività di manutenzione degli impianti di rilevazione fumi è fondamentale. La manutenzione di impianti di rilevazione fumi e incendi viene eseguita secondo il DPR 27/4/55 n.547 art. 34C della norma UNI 9795.   La verifica è semestrale e comporta le seguenti operazioni: controllo dell’efficienza delle linee dell’impianto, verifica funzionamento degli apparecchi rilevatori con test a campione, (salvo accordi specifici) per ogni area e/o tipo secondo quanto previsto dal costruttore e dalla norma UNI 9795 e EN54, pulizia degli apparecchi rilevatori ove necessario, controllo dell’efficienza delle schede di uscita della centrale di gestione con relativa prova delle attivazioni.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: UNI EN 11224-2013  QUESTA NUOVA NORMATIVA SPECIFICA TUTTE LE OPERAZIONI DA EFFETTUARE, DALLA PRESA IN CARICO AL COLLAUDO IMPIANTO, INOLTRE SPECIFICA QUALI DOTAZIONI E ATTREZZATURE UNA DITTA SPECIALIZZATA DEVE POSSEDERE PER POTER VERIFICARE UN IMPIANTO DI RIVELAZIONE.

 

LA NOSTRA AZIENDA COME ESPRESSAMENTE RICHIESTO NELLE NORMATIVE UNI EN 9795 E UNI EN 11224 E' ATTREZZATA ,QUALIFICATA E SOPRATTUTTO ABILITATA PER DARE QUESTO SERVIZIO NEL PIENO RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI.

 

 

 

 

Per legge tutte le industrie (ma non solo) e gli edifici pubblici devono essere provvisti di impianti ed attrezzature antincendio e rilevazione fumi atte a garantire la massima sicurezza agli operai ed al pubblico.

 

Tramite un impianto antincendio e rilevatore di fumi, infatti, è possibile proteggere appartamenti, scuole, villette, edifici ed industrie da principi di incendio: oltre ad essere, dunque, un dispositivo previsto per legge, gli impianti antincendio permettono di vivere gli ambienti con maggiore sicurezza, permettendovi di concentrarvi sul vostro lavoro.

 

TOP